Giornate singole di pratica

Uposatha

meditazione-vipassan-al-tempio-lankaramaya-00180133-001Occasionalmente si tengono giornate intensive di pratica della vipassanā. Uposatha (sanscrito: Upavasatha) è il giorno buddista di osservanza, in auge fin dai tempi del Buddha (600 a.C.) e a tutt’oggi osservato nei Paesi buddhisti. Il Buddha prescrisse il giorno Uposatha per «purificare il cuore contaminato» tramite la coltivazione (bhavana) della pace interiore e dell’introspezione. In questo giorno speciale, i discepoli, laici e monaci, intensificano la pratica, approfondiscono la conoscenza del Buddhadharma ed esprimono l’impegno comune attraverso millenari atti di reciprocità tra laici e monaci. I laici si impegnano a osservare gli Otto Precetti, invece dei Cinque consueti. È un giorno dedicato alla meditazione, in cui si alternano momenti di pratica seduta e camminata. In particolare si coltivano:

  • la consapevolezza del luogo del corpo (kāyagatā-sati);
  • la consapevolezza del luogo delle sensazioni (vedanā-sati);
  • la consapevolezza del luogo delle emozioni (citta-sati);
  • la consapevolezza del luogo degli stati mentali (dhammā-sati).
 Programma, dalle 9.00 alle 17.30:

 09:00 - 09:15 Benvenuto e sistemazione in sala
 09:15 - 10:15 Istruzioni e Meditazione seduta
 10:15 - 10:45 Meditazione camminata
 10:45 - 11:30 Meditazione seduta e Buddha Pūjā
 11:30 - 13:00 Pausa pranzo in silenzio 
 13:00 - 13:30 Meditazione camminata
 13:30 - 14:00 Meditazione seduta 
 14:00 - 14:45 Discorso di Dhamma
 14:45 - 15:15 Meditazione camminata
 15:15 - 16:00 Meditazione seduta
 16:00 - 16:30 Meditazione camminata
 16:30 - 17:00 Meditazione seduta
 17:00 - 17:30 Domande/risposte e condivisioni

Le giornate sono fruibili singolarmente, in quanto in ognuna viene svolto un programma completo. Nulla è dovuto per l’insegnamento che viene impartito gratuitamente, senza fini di lucro né di proselitismo. Al termine di ogni giornata si potrà fare una libera offerta (dāna).

Tutti sono invitati a portare, oltre al cibo da condividere, aanche fiori, incensi e lumini per l’offertorio. Pūjā significa reverenza ed è un termine che indica un atto di adorazione che può esprimersi in un’offerta, un culto, una cerimonia o un rito. Durante la Pūjā buddhista theravāda si recitano brani tratti dal Canone Buddhista e si tiene un periodo di meditazione silenziosa comunitaria.

I partecipanti, in ossequio alla tradizione, sono invitati a venire vestiti di bianco. Chi fosse interessato può acquistarne uno unisex adatto online qui. Nota bene: non abbiamo alcun interesse nella vendita di questo articolo e riportiamo il link su richiesta.

Mettena cittena

Salva

4 commenti

  1. […] la bella stagione, da aprile a ottobre, si svolge un programma di Meditazione Vipassanā, in collaborazione col Sangha monastico del Tempio Lankaramaya, in Via Privata Pienza, 8 , 20142 […]

  2. Questa è la via migliore per la pace interiore! Da non perdere assolutamente… Tutti dovrebbero farlo, è un’esperienza straordinaria!!!

  3. Dispiace che purtroppo nessuno dei monaci parli in Italiano e che le giornate dedicate ai praticanti italiani siano limitate a qualche ora al mercoledì sera e quest’anno non ci sia ancora nemmeno un sabato al mese di Uposatha, la giornata dedicata alla pratica intensiva. Si gradirebbe molto una maggiore dedizione rivolta alle persone italiane, perché sono molti quelli che praticano e che comunque desidererebbero avvicinarsi agli insegnamenti buddisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: