fbpx

Archivi tag: Italiano

Giovedì 2 Giugno 2016: sessione unica ore 20

Giovedì 2 Giugno 2016, Festa della Repubblica, sessione unica di Meditazione Vipassanā alle ore 20.00-21.30. Non occorre prenotarsi: basta presentarsi puntuali. La meditazione si tiene in Via Cenisio, 5 (Metro 5 Lilla), 20154 Milano. Suonare a Centro Mindfulness Milano sulla pulsantiera a sinistra. Info: 📱 33 11 61 94 88; 📧 maitreya.milano@gmail.com

Pesantezza e leggerezza dell’essere

Tutte le cose sono precedute dalla mente, hanno la mente come base, sono create dalla mente; se qualcuno parla o agisce con mente guasta, allora la sofferenza lo segue, come la ruota segue il passo del bue che lo traina (Dhammapada, 1). Tutte le cose sono precedute dalla mente, hanno la mente come base, sono create […]

Ājīva–aṭṭhamaka–sīla ☸ Otto precetti a vita

Gli otto precetti a vita costituiscono il minimo sindacale dell’obbligo morale che il laico impegnato nella diffusione del Dharma, come insegnante, facilitatore o trainer assume verso le Tre Gemme e verso i suoi allievi.

Essere «qualcuno», essere «nessuno»

Quella che segue è una traduzione dall’inglese del capitolo XXVI della Mūla-mādhyamaka-kārikā di Nāgārjuna. Si tratta di un’esposizione sintetica della dottrina della produzione condizionata (paţicca samuppāda). Irretito dalla mancanza di lucidità, sopravvivo forgiandomi un destino coi miei atti impulsivi. Identificandomi, entro in situazioni in cui la personalità si dispiega e il mondo impatta sulla mia […]

I dodici anelli della produzione condizionata

I dodici anelli della produzione condizionata (paṭiccasamuppāda) si possono riassumere così: «Poiché c’è questo, c’è quello; dal prodursi di questo, si produce quello; non producendosi questo, non si produce quello; con la cessazione di questo, cessa anche quello» “Monaci, vi descriverò e analizzerò la produzione condizionata. “Che cos’è una produzione condizionata? Dalla carenza di comprendonio (Avidyā, […]

Canto sull’essenza delle cose

E portando via le ossa di mia madre nel lembo della veste, prostrato da un dolore senza limiti, penetrato del nulla delle creature, cantai singhiozzando questo canto sull’essenza delle cose: «Signore misericordioso Che non Muta! «Secondo i dettami del traduttore Marpa, ho trovato il maestro che insegna l’illusorietà dell’impermanente; che questo maestro eccellente mi benedica […]

Il dardo, Salla Sutta

La vita in questo mondo è imprevedibile e incerta. La vita quaggiù difficile e legata alla sofferenza. Ogni essere vivente, una volta nato, è destinato a morire. Non c’è modo di sfuggire a questa sorte. Quando sopraggiunge la vecchiaia, oppure un’altra causa, allora c’è la morte. Questo è quel che succede agli esseri viventi. Come […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti